Diamond Dogs

David Bowie
Diamond Dog
1974

Ascolto Rebel Rebel con occhi nuovi. Due soli accordi. Sì, Franz Krauspenhaar ha ragione, la voce di David Bowie è pretenziosa ed artificiale. Senz’anima. Di plastica. Un modello per i cloni di domani. Raggiungibile. Quando porteremo vita su  Marte, Coco Chanel disegnerà le piante e i fiori.  David Bowie ci metterà la faccia. Io ribelle resterò sul porto di Rotterdam. Sott’acqua.

Rebel Rebel, you’ve torn your dress
Rebel Rebel, your face is a mess
Rebel Rebel, how could they know?
Hot tramp, I love you so!

Don’t ya?

(L’illustrazione è del belga Guy Peellaert. Negli Stati Uniti fu giudicata scabrosa. Il retro della cover, quello canino, fu censurato).

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Sulle strutture. Contrassegna il permalink.

2 risposte a Diamond Dogs

  1. Carla ha detto:

    devo proprio andare a visitare Rotterdam!
    e il suo porto!
    ciao:)

  2. missy ha detto:

    Nessuna aggiunta alle vostre splendide definizioni, ma solo una leggera indefinita seducente ebbrezza per un futuro che non smette neanche dopo.
    Rebel andrebbe cantata tutte le mattine prima di ordinarsi.

    Don’t ya?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...