Archivi categoria: Sulle strutture

Se questo non è un film di fantascienza…

Grazie allo ius sanguinis, l’Italia fra qualche anno avrà una popolazione senza popolo. Nonostante tutti continuino a  professarsi nazionalpopolari.  A chi si rivolgeranno i conduttori televisivi? Necrofili al cittadino archetipico. Mummificato. Mummificati. Botulinici. Lunga vita alla Francia, stato in cui … Continua a leggere

Pubblicato in Sulle strutture | Lascia un commento

Vomito

Alcool Etilico… Il puro di spirito è ottimo come solvente per il restauro di vecchie credenze. Sergio Prego Home 2001

Pubblicato in Sulle strutture | 1 commento

A La Marqui

Più che casta… canasta Omaggio alla borghesia (quale?) italiana Alla cinica fallita che a corte raduna i suoi cloni. Vecchia baldracca che ti infinocchi tutta per coprire il fetore della tua carne putrida, mi hai sempre fatto ridere, ma di … Continua a leggere

Pubblicato in Sulle strutture | 1 commento

La sgrilletto

Un basso ostinato le tue corde. Voglio sentirti trillare. Invaderai lo spazio con un Boogie Woogie.  Space Invaders (Bally Midway, 1978) mi ha sempre ricordato l’ultimo Piet Mondrian (Broadway Boogie Woogie, 1942/43)

Pubblicato in Sulle strutture | Lascia un commento

L’erede naturale di Pasolini

 Pasolini e Lele Mora colti sul set in un momento di relax  Oggi l’erede naturale di Pier Paolo Pasolini è Lele Mora. Il figlio illegittimo. Quello che mai avrebbe riconosciuto. Sangue del suo sangue. Pasolini prelevava dalle borgate i corpi delle … Continua a leggere

Pubblicato in Sulle strutture | 3 commenti

Diamond Dogs

David Bowie Diamond Dog 1974 Ascolto Rebel Rebel con occhi nuovi. Due soli accordi. Sì, Franz Krauspenhaar ha ragione, la voce di David Bowie è pretenziosa ed artificiale. Senz’anima. Di plastica. Un modello per i cloni di domani. Raggiungibile. Quando … Continua a leggere

Pubblicato in Sulle strutture | 2 commenti

Gli assiepati

Sempre caro mi fu quest’ermo colle, e questa siepe, che da tanta parte dell’ultimo orizzonte il guardo esclude. (Giacomo Leopardi, L’Infinito, 1819) Kohei Yoshiyuki from the series The Park 1971 Con la Rete siamo entrati in una nuova era. Possiamo … Continua a leggere

Pubblicato in Sulle strutture | 1 commento